domenica 11 dicembre 2011

Un Nuovo Mondo

on air: "Gravity" Vienna Teng

























Ci sono dei momenti nella vita in cui un sussulto sismico sposta l'asse di rotazione del nostro essere, e, seguendo leggi fisiche ben conosciute, anche il moto di rivoluzione si sposta, portandoci ora vicino a quel pianeta, poi a un altro, e un altro ancora, poi una stella, e un'altra ancora, fino a quando non si arriverà al corpo celeste che con più forza ci attirerà a sè. Cominceremo a gravitare con equilibrio, orbite ora più vicine, ora più lontane, velocità sinusoidi, un nuovo ecosistema si impadronirà di noi. Talvolta la gravità che ci attrarrà apparterrà a più stelle e pianeti e passeremo da uno all'altro, tenendoli vicini tutti simultaneamente.
Mai si potrà sapere se l'orbita su cui siamo ora rimarrà la stessa, e auguriamoci di no. Magari speriamo che la nostra orbita possa diventare più grande, circondare nuovi corpi, allargare gli orizzonti. Per avere una vista più ampia, vivere su diversi pianeti, per non morire su uno.
Graviteremo intorno al pianeta Musica, a Sudore, saremo attratti dal pianeta Lavoro, dal pianeta Studio. Le nostre orbite si incaglieranno nel pianeta Cibo. Ci sarà il pianeta Paura e il pianeta Ansia che attraggono le orbite instabili. Ci sarà il pianeta Dolore con i suoi satelliti chiamati Lacrime. Poi la nostra rivoluzione si sposterà su Piacere, Felicità e Serenità, tre piccole stelle che puoi vedere se alzi gli occhi in ogni momento. Prima o poi arriverà la stella chiamata Amore, la più lucente, accecante. Qualche pianeta avrà un nome di persona, altri delle cose che abbiamo intorno.
L'importante è non perdersi nel moto d'inerzia che porta all'entropia forzata nell'universo.
Da ogni pianeta si impara qualcosa, ed è importante visitarne il più possibile, prenderne il meglio.
Non ho più un solo mondo, ma sono un punto vagante nell'universo, appeso alle stelle che incontro. Mi faccio scaldare, poi riparto.
E ora sono qui.
Gravito nel sistema solare che si chiama Vita. La mia Vita.
Benvenuti a voi che gravitate.
Intorno a quali stelle e quali pianeti?

4 commenti:

Vince Symo ha detto...

Mi sono sempre un po' perso tra parole dei tuoi post, ritrovandomici anche spesso. Sono contento ora di poter gravitare di nuovo tra esse.
Ben ritrovato! :)

Edgar ha detto...

Beh, è un bellissimo post per il tuo nuovo inizio. Anche se non avevo mai gravitato nel tuo precedente blog, sono felice di poterti dare anche il mio bentornato. Attendo con impazienza il prossimo post e spero non ti dispiaccia se ti inserisco nel mio blogroll.
A presto.

Bert ha detto...

pero ora sono in mezzo a milioni di stelle, spero di trovare al più presto il mio centro, per poi spostarlo, s'intende.
Bentornato.

Saim ha detto...

Bentornato :) Mi sei mancato...Mi manca il tuo pianeta! abbraccio.